Is this site a blessing to you?



Risultati

Outlines of Messages

Abbiamo bisogno dell'incoraggiamento di Dio nei momenti di scoraggiamento

Ebrei 10, 23-35 - Tutti abbiamo bisogno dell'incoraggiamento!

1. Isacco aveva bisogno di incoraggiamento “Io ti benedirò nella terra di carestia!”

Il Signore apparve a Isacco e disse “Non scendere in Egitto, abita nel paese che ti dirò. Soggiorna in questo paese e io sarò con te e ti benedirò, perché io darò a te e alla tua discendenza tutti questi paesi e manterrò il giuramento che feci ad Abramo tuo padre” (Genesi 26,2-3).

(Genesi 26,12-13)

Quando Isacco conobbe la carestia nel paese dove viveva, Dio gli disse di non andare in Egitto ma di rimanere dove si trovava. Dio promise a Isacco che l'avrebbe benedetto in quel paese. Dio fece prosperare Isacco in modo che, quando seminò in quel paese, raccolse cento volte di più. Isacco continuò a crescere e prosperare finché divenne molto ricco.

Allo stesso modo Dio ci può benedire in quei luoghi dove incontriamo le difficoltà e il dolore. Possiamo essere tentati di scappare dalle situazioni dolorose.

Dio promette di mostrare la sua potenza per noi e farci prosperare nel luogo in cui incontriamo le difficoltà.

Leggi tutto: Abbiamo bisogno dell'incoraggiamento di Dio nei momenti di scoraggiamento

   

AI PIEDI DEL SIGNORE GESÙ

1. PERDONO DEI PECCATI - Luca 7,38
Benché il fariseo avesse invitato il Signore Gesù a casa sua, non si sedette mai ai suoi piedi, ma preferì sedersi con Lui a tavola. La donna non aveva invitato il Signore Gesù a casa sua (forse non aveva nemmeno una casa), ma si era resa conto del suo maggiore problema: il peccato. Essa sapeva che aveva bisogno del perdono e aveva portato i propri peccati ai piedi di Gesù.
IL SIGNORE GESÙ È DIO CHE PERDONA IL PECCATO!


2. GIUSTO INSEGNAMENTO - Luca 10,39
Maria sapeva di dover imparare. È stata Marta a dare il benvenuto al Signore Gesù a casa loro in Betania, ma è stata Maria a sedersi ai piedi di Gesù. Imparare richiede concentrazione. È vero che non è stata Maria a invitare Gesù, ma è che lei ha preso il posto migliore per sé: ai piedi di Gesù! Era la “Parte migliore” (Luca 10,42).
IL SIGNORE GESÙ È DIO, IL QUALE È VERITÀ, CI CONOSCE E CI AMA!

Leggi tutto: AI PIEDI DEL SIGNORE GESÙ

   

Benedizione della Gratitudine

1. La gratitudine è un'espressione di vita spirituale
Luca 17,121-18
Dove sono i nove?

2. La gratitudine porta gloria a Dio
Atti 3,7-11
Con la nostra gratitudine incoraggiamo gli altri

Leggi tutto: Benedizione della Gratitudine

   

Cosa significa per me la Parola di Dio?

Prendi come modello le sane parole che hai udite da me con la fede e l'amore che si hanno in Cristo Gesù ( 2 Tim. 1,13)

1. Il modello delle sane parole
L'espressione “modello” in 2 Tim. 1,13 significa “progetto di un architetto”. Fin dall'inizio della chiesa primitiva c'era una dottrina ben definita. Si trattava di una base su cui venivano messe alla prova tutti gli insegnamenti. Timoteo fu avvisato di non cambiare il contenuto di tale fondamento. Se l'avesse fatto, non avrebbe più avuto un metro di paragone nel confronto degli insegnanti con cui lavorava. Nel 21° secolo dobbiamo attenerci strettamente a ciò che Paolo insegnava nel 1° secolo. Nella chiesa primitiva esisteva una filosofia chiamata antinomismo che insegnava che non siamo sotto la legge. Questo concetto è ancora vivo oggi. Alcuni dicono che siamo sotto la grazia e non sotto la legge. Si dice che il Nuovo Testamento è una raccolta di lettere d'amore e non un trattato legale. Altri rifiutano ciò che viene chiamato “modello teologico”. Le parole “modello delle sane parole” non danno forse l'impressione che esiste una legge (1 Cor. 9,21 - Gal. 6,2) per mezzo della quale siamo chiamati a vivere?

Leggi tutto: Cosa significa per me la Parola di Dio?

   

Di quale messaggio hanno bisogno oggi i bambini?

1. Hanno bisogno di sentir parlare di Dio

 Dio è la sorgente della salvezza. I bambini devono sapere chi è Dio e che cosa fa. I bambini
 non comprenderanno mai la loro responsabilità nei confronti del peccato senza avere prima
 una chiara immagine di Dio.

 Ecco perché insegniamo:

 Dio ti ha creato (Atti 17,23-29); tu sei responsabile davanti a Lui
 Dio ha parlato tramite la Bibbia (1 Cor. 3-4). Tu sei responsabile di ascoltarLo.
 Dio è santo e giusto (Atti 17,31); Egli deve giudicarti.
 Dio è buono e ti ama (Giov. 3,16); Egli ha reso possibile la tua salvezza.

Leggi tutto: Di quale messaggio hanno bisogno oggi i bambini?

   

Pagina 1 di 13

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

James N. Spurgeon scrisse:

Un’attività lavorativa è una tua scelta, un ministero è una chiamata da parte di Cristo. Nel lavoro devi aspettarti di ricevere, in un ministero devi aspettarti di dare. Nel lavoro tu dai qualcosa per ricevere qualcosa, in un ministero tu restituisci qualcosa che ti è stato dato in precedenza. Il lavoro dipende dalle tue capacità, un ministero dalla tua disponibilità nei confronti di Dio. Un lavoro eseguito bene ti onora, un ministero eseguito bene onora Cristo.

Lo scopo di questo ministero è portare onore al nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo.

Puoi copiare e utilizzare materiale di questo sito a condizione che tu faccia menzione del nostro ministero al Padre e che non ne alteri il contenuto. Sei anche invitato a dire ai tuoi ascoltatori o lettori da dove hai preso questo materiale: www.proword.eu che è Proclamare la Parola! (Ministero internazionale di insegnamento U.E.B.).